TURCHIA: CIAMBELLA OTTOMANA NEL MIRINO INVESTITORI

ciambella_ottomana

ANSA – Sta suscitando l’appetito degli investitori stranieri, che puntano su un possibile boom all’estero, il Simit, il tradizionale pane-ciambella turco al sesamo le cui origini risalgono all’inizio dell’impero ottomano.
L’americana Colony Capital e Abraaj Capitaal di Dubai, riferisce Hurriyet, sono in lizza per comprare il 50% del capitale di Simit Sarayi, la catena di fast-food turca che controlla già 204 locali in tutto il Paese e ne ha aperti 18 di recente anche all’estero. Ogni giorno il gruppo vende 83mila simit, semplici o imbottiti come panini, e nel 2012 ha annunciato utili per circa 72 milioni di euro. Il simit, ricorda il quotidiano, in Turchia da otto secoli è considerato il «cibo dei poveri», che però anche i sultani apprezzavano. Non dovrebbe essere `low cost´ invece la vendita della metà del capitale della Simit Sarayi: il presidente del gruppo Abdulah Kavukcu ha avvertito che non venderà «per meno di 500 milioni di dollari».

Categorie: Notizie

Autore:Claudia Nardi

You think you know...but you have no idea!

Subscribe & connect

Subscribe to our RSS feed and social profiles to receive updates.

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: